Ricerca news

VEDI COME
CATEGORIA NEWS
NEWS DA
CERCA
Arte e Cultura In Evidenza News
Publicato da: Giorgia il 05/08/21 10:00

5 gite in montagna da fare in Lombardia

Per chi dovrà trascorre il mese di Agosto in città, sono comunque tante le possibilità per potersi divertire e sentirsi un pò in vacanza, cercando il refrigerio si pensa subito alla montagna.

Milano è al centro di un anfiteatro di Alpi che rendono la città perfetta per chi vuole fare delle passeggiate in montagna in Lombardia.

In circa un’ora di automobile si possono raggiungere le province di Como, Lecco, Bergamo, Varese e Sondrio, che offrono una quantità di scenari di montagna vastissimi sia dal punto di vista delle difficoltà che dal punto di vista paesaggistico.

L’importante è conoscere il proprio livello fisico e i nostri limiti, e valutare bene le condizioni atmosferiche.

Di seguito vi proponiamo 5 passeggiate tra le montagne Lombarde, adatte a tutti i gusti e di diversi gradi di difficoltà.

Qualsiasi sia l’itinerario scelto, l’attrezzatura necessaria è sempre la stessa:

Scarponcini con suola resistente, meglio se alti per proteggere le caviglie
– Zaino
Antipioggia e antivento
Un pile
Bastoncini da avvicinamento regolabili
Acqua

SONDRIO: RIFUGIO OMIO

Per questa gita in montagna in Lombardia è necessario arrivare al punto di partenza in automobile.

Sul navigatore potete impostare Bagni di Masino (SO) arrivando al parcheggio a pagamento dell’Hotel, subito dopo il torrente.

Si sale dolcemente per il bosco sull’unico sentiero tracciato, sorpassando entrambi i ponticelli sui fiumi e ignorando la segnalazione per il rifugio Gianetti.

Puntate dritto verso il bosco e sarà impossibile perdersi. Il sentiero ha una pendenza impegnativa ma non ha tratti tecnici ed è molto ben segnalato.

Dopo circa mezz’ora uscirete dal bosco sul pian del Fango a 1590m, dove si apre una radura da cui si possono ammirare le cime circostanti.

Rientrate nel bosco verso ovest sulla ripida salita, seguendo il cartello per il Rifugio Omio, gli alberi inizieranno a diventare radi.

Passate poi sotto una grande roccia: tra alcuni massi si apre un panorama mozzafiato.

Continuate a salire su un terreno più umido e senza alberi né ombra e, raggiunto un rudere, finalmente intravedrete il rifugio.

Proseguite sui lastroni di granito e finalmente ecco il rifugio Omio a 2100m, aperto da Giugno a Settembre.

La discesa avverrà sullo stesso sentiero dell’andata.

Informazioni Tecniche per il rifugio Omio:

– Difficoltà: EE – Esperto
– Dislivello: 900 mt
– Tempo: 5 ore senza pause
– Punto di Partenza: Bagni di Masino (SO)
– Stagione: da Maggio a Settembre

LECCO: MONTE BARRO

Monte Barro si trova appena sopra Lecco.

La partenza del percorso è a Malgrate, di fronte al ponte Azzone Visconti.

Il sentiero inizia nei pressi di una casa di colore rosa sul cui lato è posto il cartello: “Parco Regionale del Monte Barro”.

Il percorso parte su una strada asfaltata ma dopo poco si incontra una scalinata ripida di circa 15 minuti per poi diventare pianeggiante.

Il sentiero sale ancora velocemente arrivando ad un’altra scalinata che porta alla croce del Cippo.

Proseguendo, si arriva all’indicazione per Pian della Sciresa.

Al termine di questo tratto, vi troverete su una traccia pianeggiante che affronta poi la cresta.

Qui, in alcuni tratti, dovrete aiutarvi con le mani per scendere.

Per arrivare alla vetta dovrete aiutarvi un’ultima volta con le mani.

Il paesaggio nelle giornate più limpide è mozzafiato: si vede il lago e tutte le vette che circondano la provincia di Lecco.

La discesa avviene sullo stesso sentiero dell’andata.

Informazioni Tecniche del Monte Barro:

– Difficoltà: E – Escursionista
– Dislivello: 700 mt.
– Tempo: 4 ore senza pause
– Punto di Partenza: Malgrate (LC)
– Stagione: da Aprile a Ottobre
– Note: non c’è acqua né ombra

In questo articolo, che ti segnalo, circa il Monte Barro, ne abbiamo parlato in modo ancora più approfondito, come dei 3 fantastici itinerari con vista mozzafiato, da poter fare sia che tu sia esperto oppure in famiglia con bambini.

LECCO: SENTIERO DEL VIANDANTE

Il sentiero del Viandante è una passeggiata in montagna divisa in due tappe.

La prima, che va da Abbadia Lariana a Lierna, ed è più semplice, mentre la seconda, da Lierna a Varenna, è un po’ più impegnativa.

Il sentiero è sempre in misto sterrato e attraversa campi e ulivi.

Il primo tratto è pianeggiante e vi condurrà alla chiesa di San Giorgio: oltre al Lago di Como, potrete ammirare alla vostra sinistra il monte Moregallo, i Corni di Canzo e il monte San Primo.

Raggiunta la chiesetta, il sentiero inizierà a salire in modo più deciso passando per la località Maggiana e raggiungendo il borgo di Rongio.

Una breve discesa vi porterà a un ruscello con cascata per poi affrontare l’ultima salita dell’escursione, sempre morbida, che porta alla frazione di Somana.

In questo tratto, oltre al panorama sul Lago di Como, è bellissima anche la vista verso le montagne: in particolare potrete ammirare sopra di voi lo Zucco di Sileggio.

L’ultimo tratto sarà tutto in discesa.

Il sentiero costeggiando il fianco della montagna scende dolcemente e vi accompagnerà a Lierna dove si concluderà la prima tappa del Sentiero del Viandante.

Informazioni Tecniche del Sentiero del Viandante:

– Difficoltà: T – Turista
– Dislivello: 400 mt.
– Tempo: 3 ore
– Punto di Partenza: Abbadia Lariana (LC)
– Stagione: da Marzo a Novembre

LECCO: CASCATE DI CENGHEN

L’itinerario di questo percorso ha un tratto in comune con il Sentiero del Viandante ma è più semplice e rapido.

Dopo un primo tratto comune con il Sentiero del Viandante, si segue a destra il sentiero 4° del Monte Bobino.

La mulattiera, comoda e dolce, sale offrendo viste meravigliose sul Lago di Como, terrazze di ulivi e alberi da frutto.

Dopo circa 20/25 minuti si arriva al sentiero, il numero 5A, che proviene da Crebbio, seguendolo si trova anche una fontana per rifornirci di acqua.

Girate a destra seguendo una freccia bianca e proseguite fino ad un pianoro di fronte al monte San Primo, nel villaggio di Calech, che offre un panorama straordinario sulla Grigna Meridionale.

Qui girate a sinistra, sempre seguendo la freccia di colore bianco, e iniziate a scendere, seguendo a sinistra al bivio non segnalato.

In breve tempo arriverete alle Cascate di Cenghen, dove è anche possibile fare il bagno in estate.

Il percorso è adatto anche a bambini.

La discesa avverrà poi sullo stesso sentiero dell’andata.

Informazioni Tecniche sulle cascate del Cenghen:

– Difficoltà: T – turista
– Dislivello: 340 mt
– Tempo: 2 ore senza pause
– Punto di Partenza: Abbadia Lariana (LC) – frazione di Linzanico.
– Stagione: da Marzo a Novembre

Per i tuoi bambini ci sono altri percorsi da poter fare, come ad esempio il famoso Sentiero del Sole, l’escursione perfetta da fare in Lombardia con i tuoi figli.

0

Start typing and press Enter to search